intestazione spazi ibridi (9).gif

Spazi Ibridi: ragioni e necessità di un meeting di ricerca.

Gli attraversamenti a cui ci ha costretto l’esperienza di distanziamento obbligato nell’ultimo anno, hanno portato i contesti che facevano dell’aggregazione e della strutturazione di spazi potenzianti il perno della propria mission a riorganizzarsi e ridefinirsi più di altri.

La propensione al cambiamento, a cui molti spazi di innovazione sociale hanno sempre dichiarato di ispirarsi, si è trovata di fronte ad una prova dei fatti, utile ad evolversi in vera pro-pulsione o risolversi in resa totale, parziale o latente.

L’iniziale trasferimento delle attività su piattaforme è sembrato essere sufficiente a resistere, ma a distanza di dodici mesi si rileva la necessità di verificare cosa stia determinando questo processo nell’identità dei luoghi, nel loro rapporto con le persone che li abitano e delle implicazioni sull’identità degli uni (spazi), sugli altri (abitanti).

L’idea di appartenenza, spesso retoricamente dichiarata quale proiezione identitaria collettiva, si è rivelata essere uno tra gli elementi fondativi su cui l’idealità dello spazio abitato è stata in grado di trascendere dalla sua fisicità, per costruire contesti altrettanto significanti e significativi in rete, forse riuscendo a non dissociare le due dimensioni.

Hub di comunità, centri di aggregazione, lab, officine creative, spazi co-…, centri culturali, biblioteche sociali e tutti quei contesti in cui distanza e impossibilità di frequentarli in presenza parevano essere in scacco, sembrano essere riusciti a trovare la chiave per aprire un ulteriore spazio, sul web, con connessioni inedite tra on line e on site, diventando, forse, Spazi Ibridi.

3 interrogativi per uno spazio di analisi e riflessione aperti

Il 20 e 21 maggio esperti, operatori e abitanti di questi spazi avranno l’opportunità di dialogare tra loro in modalità ibrida con workshop, laboratori e gruppi di lavoro misti tra rete e spazi, connettendo pensiero ed esperienzialità.

Tre le domande oggetto di riflessione:

  • Quali implicazioni identitarie e progettuali, per gli spazi, nella modificazione dell’esperienzialità nei contesti ibridi?

  • Quali implicazioni, per le mission degli spazi, con l’apertura delle platee al web e la possibile decontestualizzazione degli interventi?

  • Quali gli elementi specifici del costituendo profilo degli Spazi Ibridi?

Il Meeting di ricerca si colloca nell'ambito del percorso di ricerca industriale sugli spazi di innovazione sociale che vede la collaborazione tra Università di Padova - Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISSPA) e coop. soc. Il Raggio Verde.

Lo sviluppo del meeting

  • 23 marzo (scadenza 7 aprile): uscita call di candidatura degli spazi con raccolta degli elementi motivazionali alla partecipazione e verifica dei requisiti di base (tecnici e di profilo)

  • 30 marzo: apertura preiscrizioni

  • 8-15 aprile: definizione delle sezioni di approfondimento con il comitato scientifico, congiuntamente all’analisi delle domande di adesione.

  • 16 aprile: pubblicazione del programma definitivo

  • 30 aprile: apertura iscrizioni

  • 11 maggio: prima scadenza iscrizioni

  • 18 maggio: ultima scadenza iscrizioni

  • 20 e 21 maggio: realizzazione del meeting

  • Giugno-novembre: analisi dei materiali per pubblicazione esiti

Un Meeting Policentrico

 

Dopo una call aperta il meeting mette in connessione 16 spazi con profili diversificati nei quali saranno essere accolti i gruppi di lavoro da 12/16 persone ciascuno. Le attività in presenza si alternano a momenti assembleari, on line, con l’intervento di esperti, lo studio di casi e momenti informali con suggestioni provenienti da contesti altri, permettendo di ricollocare l’analisi in un quadro di generale trasformazione.

Comitato Scientifico

- Marina De Rossi Università di Padova (coordinatore)

- Marina Santi Università di Padova

- Elisabetta Ghedin Università di Padova

- Stefano De Stefani Il Raggio Verde

- Michele Marmo AssociAnimAzione

 

Comitato Organizzativo

- Stefano De Stefani 

- Serena Sterza

- Cassandra Baldini

- Alessandra Marzana

Il Programma (clicca e scarica)

Spazi Ibridi - programma (4).png

Partecipa

Il meeting di ricerca si terrà in modalità diffusa e simultanea in 16 laboratori ospitati in altrettanti spazi ibridi. Le sezioni in plenaria prevedono il collegamento in videoconferenza tra gli spazi, con gli interventi dei relatori invitati. Alle plenarie si alterneranno i gruppi di lavoro in ciascuno spazio ospitante un massimo di 16 persone. Nei gruppi, il confronto generativo tra "abitanti" e visitatori sarà uno degli elementi su cui si centrerà la riflessione, senza risolverla allo studio del singolo caso, che vuole essere innesco di una analisi più generale del profilo degli spazi ibridi, in via di definizione. Il meeting si configura come attività di ricerca prediligendo la partecipazione di figure già coinvolte, a diverso livello, nello studio, progettazione, attivazione e gestione di spazi di innovazione sociale. 

Spazi Ibridi è finanziato con i fondi dedicati dell'Università di Padova a cui si aggiunge una quota di contributo per la realizzazione di un documentario da pubblicarsi entro il 2021.

Modalità di iscrizione:

La quota di partecipazione con iscrizione entro l'11 maggio è di € 85, entro il termine ultimo del 18 maggio è di € 120. Gratuito per ricercatori e studenti universitari, inviando motivazione alla partecipazione.

Per iscriversi è necessario cliccare sui tasti/icona corrispondenti allo spazio scelto e inoltrare la propria richiesta (il bonifico verrà richiesto successivamente), ricordando che il numero di posti è limitato e che mano a mano si esauriranno, le icone verranno bloccate (la scritta diventerà rossa). E' possibile che il sistema non aggiorni istantaneamente la disponibilità residua e solo una mail di conferma vi confermerà (entro 24/48 ore lavorative) l'avvenuta iscrizione.

Se tutti gli spazi o lo spazio in cui si desidera iscriversi sono esauriti, si consiglia di compilare la lista d'attesa disponibile a questo link.

Gli Spazi del Meeting Diffuso

I relatori e componenti del comitato scientifico

Informazioni

meetingspaziibridi@gmail.com